M5S dopo Sicilia: analisi del voto.

Anche se Musumeci ha vinto in Sicilia, il M5S è l'unica vera forza politica che può dirsi realmente soddisfatta dell'esito elettorale, il Movimento fondato da Beppe Grillo infatti ha doppiato o addirittura triplicato gli altri partiti in tutti i collegi. 

Quello che succederà da oggi in avanti sancisce alcune cose: innanzitutto che Renzi e il PD non sono più i veri antagonisti e che probabilmente subentreranno delle logiche partitiche che porteranno all'allontanamento dai vertici dell'ex sindaco di Firenze, in modo da favorire un'alleanza con i bersaniani, mossa che consentirà al partito non solo di salvare numeri e apparenze, ma di giocarsi al meglio una partita post-elettorale con Forza Italia, la quale a sua volta romperà l'alleanza con Salvini poco dopo le elezioni politiche per poterne successivamente costituire un'altra con i Dem che strizzi l'occhio all'Europa ed agli USA, grazie alla quale formare un governo di moderati/banchieri.

Oggi più che mai bisogna entrare nell'ordine d'idee che non sono più Renzi e il PD i nostri avversari ma il CDX in salsa Silvio-Leghista. 

È urgente pertanto un cambio di strategia e spostare le discussioni su temi più 'conservatori'. 

È da molto tempo infatti che il M5S sta tralasciando argomenti come la lotta all'immigrazione clandestina e il destino dell'Euro e della UE, provocando il 'rientro' delle preferenze verso i partiti tradizionali di quell'elettorato conservatore onesto ma indignato che in questi anni ci è stato vicino.

Se si avrà quindi il coraggio di affrontare temi scottanti come questi, se riparleremo di nuovo di referendum sull'euro e di lotta agli sbarchi, se non avremo paura di parlare del declino morale e sociale dell'Occidente e se non temeremo di dire alla gente e a noi stessi che allargare il fronte delle alleanze politiche e commerciali ad est non è un tabù, forse si avrà una chance di prendere abbastanza voti da poter abbattere numericamente qualsiasi tipo di coalizione. Diversamente, rischiamo di consegnare la nazione all'oblio ed alle cosiddette "fake news" con le quali distrarranno il popolo mentre loro garantiscono la continuità del sistema.

Arrivederci alla prossima.

 

Questa voce è stata pubblicata in Blog. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *