Le tematiche dell’Eretico nel cuore dell’amministrazione.

 

Lo scorso martedì 16 Giugno presso la casa comunale, una delegazione guidata dal Sindaco di Amalfi di cui ho avuto il piacere di far parte, ha incontrato i vertici della SITA per presentarsi innanzitutto e per  manifestare poi alla compagnia di trasporti alcune criticità del servizio che in questi anni si sono evidenziate, soprattutto per quanto riguarda il potenziale inquinante del parco auto e della carenza di corse in alcuni momenti della giornata con particolare insistenza nei giorni festivi.

Ne è scaturita una lunga ed interessante discussione vertente per lo più sulle emissioni tossiche dei bus e sulle possibili soluzioni da ricercare nel breve termine.

Come i lettori di questo blog ben sanno, uno degli argomenti che più mi stanno a cuore e che sento più collegati al livello di vivibilità dei nostri territori è di certo l'altissimo livello di tossicità che questi mezzi di trasporto producono. Più volte in questi anni ho tentato di segnalare tutti i disagi che pedoni e pendolari subiscono a causa delle nubi tossiche prodotte da questi sofferenti motori e l'ho fatto anche avvalendomi di iniziative come raccolte firme, dedicando diversi appelli e producendo materiale multimediale tuttora disponibile in rete. Adesso grazie alla nuova amministrazione comunale avrò la possibilità di entrare nel cuore del problema e di contribuire concretamente alla risoluzione dello stesso. 

Per questo motivo, fin dalle prime ore di vita della nuova consiliatura ho voluto sentire il parere della Comandante della Polizia Municipale per poi proporre al Sindaco un incontro con la compagnia, cosa che è rapidamente accaduta.

Dall'incontro sono scaturite alcune determinazioni: dal 1^ Luglio inizieranno i controlli ai mezzi da parte della Polizia Locale con l'ausilio di un opacimetro (strumento necessario a misurare la tossicità delle emissioni) e dall'autunno, presumibilmente da Ottobre, verrà emessa un'ordinanza di interdizione alla sosta ed al transito di tutti i mezzi di categoria inquinante inferiore a 'EURO4'.

L'azienda inoltre si impegna ripulire il piazzale, riordinandolo e sgrassandolo, rifacendo le strisce sui basoli ed a valutare l'incremento dei servizi soprattutto nelle fasce orarie serali pertinenti ai 'rientri' dei viaggiatori.

È stata poi nella stessa occasione manifestata l'intenzione da parte del Comune e della SITA di verificare i presupposti per dare vita a servizi completamente dedicai ad un'utenza diversamente abile grazie all'ausilio di mezzi attrezzati di pedana e al passo con la normativa vigente in tema di disabilità.

E questo vi garantisco è solo l'inizio; personalmente continuerò a seguire da vicino questa e tante altre vicende fino a quando la normalità in questo paese tornerà di moda.

Ad maiora.

Questa voce è stata pubblicata in Archivio, Blog. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *